Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Via Savio, 2400 - 47522 - Cesena (FC) - Tel. 0547 330603 - Fax 0547 330740
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Visualizza circolare
ISTITUTO TECNICO "Garibaldi/Da Vinci" - CESENA
e-mail certificata: fota03000r@pec.istruzione.it
e-mail: info@garibaldidavinci.gov.it

agrariocesena.it

Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
ex Istituto tecnico agrario statale

G.Garibaldi
(Amministrazione e presidenza)
Via Savio, 2400
47522 CESENA
tel. 0547/330603 - fax 0547/330740
c.f. 90071650403
 
geometricesena.it

Costruzioni, Ambiente e Territorio
ex Istituto tecnico per geometri

L. Da Vinci
(Sezione associata)
Via Alcide de Gasperi, 136
47521 CESENA
tel. 0547/25307 - fax 0547/24140


Oggetto: Promozione degli alunni Ita-Itg
Protocollo/Numero: 74
Pubblicata il: 20/11/2007
Destinatari: Docenti, ATA, Genitori, Studenti
Plessi: Istituto Tecnico Agrario Statale, Istituto Tecnico Statale per Geometri

Da quest’anno scolastico sono modificate le norme che regolano la promozione alla classe successiva e l’ammissione agli esami di stato.
In sintesi viene sancito che per ottenere la promozione alla classe successiva è necessario avere riportato la sufficienza in tutte le discipline.
Per il raggiungimento di questo obiettivo la scuola potenzierà le attività di recupero a favore degli alunni affinché le lacune possano essere colmate senza attendere che la situazione assuma caratteri di particolare gravità.
E’ quindi indispensabile l’attivazione da subito di comportamenti e atteggiamenti responsabili e consapevoli da parte degli alunni e delle rispettive famiglie per cogliere appieno le opportunità offerte dalla scuola, senza attendere gli esiti del primo quadrimestre ma avendo già l’obiettivo di ridurre le insufficienze e le lacune pregresse fin dal primo periodo scolastico.
Di seguito si trascrivono alcuni passi significativi della nuova normativa.
-----------------------------------
D.M. 42 del 22/5/2007: obbligo di recupero dei debiti contratti nella terza classe dell’a.s. 2006/2007 (per il calendario delle prove di verifica vedi la circolare n. 60 del 6 novembre 2007).
D.M. 80 del 3/10/2007:
- Art.1 – La scuola è tenuta ad organizzare corsi di recupero per gli alunni che presentano insufficienze agli scrutini intermedi.
- Art.2 – Gli alunni di cui all’art. 1 sono tenuti alla frequenza dei corsi organizzati dalla scuola e, al termine degli interventi, a sostenere le verifiche intermedie  del cui esito si da comunicazione alle famiglie. I genitori possono decidere di non avvalersi delle opportunità offerte dalla scuola, dandone comunicazione scritta alla scuola; anche in tale caso gli alunni sono comunque obbligati a sottoporsi alle verifiche intermedie programmate e a recuperare le carenze dimostrate.
- Art.5 – Nei confronti degli studenti che, al termine delle lezioni, presentino una o più insufficienze comunque tali da non dichiararne subito la NON PROMOZIONE, il consiglio di classe procede a non formulare il giudizio finale: di tale evenienza viene data immediata comunicazione alle famiglie unitamente all’indicazione delle specifiche carenze rilevate, ai voti proposti dai docenti nelle discipline non sufficienti, agli interventi organizzati dalla scuola per sostenere il recupero delle insufficienze e le modalità di verifica del superamento del debito formativo.
- Art.6 – Le verifiche di cui al precedente articolo si svolgeranno, di norma, entro il 31 agosto; i consigli di classe, quindi, sulla base dell’esito delle prove di verifica, formuleranno il giudizio di ammissione o di NON AMMISSIONE alla classe successiva.
O.M. 92 del 5/11/2007:
- Detta alcuni aspetti organizzativi per le scuole.
- Fissa in 15 ore la durata minima degli interventi per il recupero delle insufficienze rilevate al termine degli scrutini intermedi o finali (art. 2, punto 9).
- Art. 6, punto 3: Per gli studenti che in sede di scrutinio finale presentino in una o più discipline valutazioni insufficienti, il consiglio di classe, sulla base di criteri preventivamente stabiliti, procede ad una valutazione della possibilità dell’alunno di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle discipline interessate entro il termine dell’anno scolastico, mediante lo studio personale svolto autonomamente o attraverso la frequenza di appositi interventi di recupero.
- Art. 6, punto 4: In tale caso il consiglio di classe rinvia la formulazione del giudizio finale e provvede, sulla base degli specifici bisogni formativi, a predisporre le attività di recupero.
- Art. 6, punto 5: Si procede invece al giudizio finale nei confronti degli studenti per i quali il consiglio di classe abbia espresso una valutazione positiva … nonché nei confronti degli studenti che presentino insufficienze tali da comportare un immediato giudizio di NON PROMOZIONE.
- Art. 8 (Verifiche finali e integrazione dello scrutinio finale), punto 1: …le iniziative di recupero, le relative verifiche e le valutazioni integrative finali hanno luogo entro la fine dell’anno scolastico di riferimento.
- Art. 8, punto 4: ..il consiglio di classe, alla luce delle verifiche effettuate … delibera l’integrazione dello scrutinio finale, espresso sulla base di una valutazione complessiva dello studente che, in caso di esito positivo, comporta l’ammissione dello stesso alla frequenza della classe successiva.
 - Art. 8, punto 6: La competenza alla verifica degli esiti nonché alla integrazione dello scrutinio finale appartiene al consiglio di classe nella medesima composizione di quello che ha proceduto alle operazioni di scrutinio finale.

Anno scolastico: 2007/2008
Responsabile e titolare del procedimento: Dirigente Scolastico
Incaricato/a del procedimento: Dirigente Scolastico

 Visualizzazioni: 562Stampa la circolare 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 66
N. visitatori: 2692581