Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Via Savio, 2400 - 47522 - Cesena (FC) - Tel. 0547 330603 - Fax 0547 330740
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Visualizza circolare
ISTITUTO TECNICO "Garibaldi/Da Vinci" - CESENA
e-mail certificata: fota03000r@pec.istruzione.it
e-mail: info@garibaldidavinci.gov.it

agrariocesena.it

Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
ex Istituto tecnico agrario statale

G.Garibaldi
(Amministrazione e presidenza)
Via Savio, 2400
47522 CESENA
tel. 0547/330603 - fax 0547/330740
c.f. 90071650403
 
geometricesena.it

Costruzioni, Ambiente e Territorio
ex Istituto tecnico per geometri

L. Da Vinci
(Sezione associata)
Via Alcide de Gasperi, 136
47521 CESENA
tel. 0547/25307 - fax 0547/24140


Oggetto: Riunioni per materia
Protocollo/Numero: 71
Pubblicata il: 18/11/2010
Destinatari: Docenti, ATA
Plessi: Istituto Tecnico Agrario Statale, Istituto Tecnico Statale per Geometri

Ricordo che il giorno

 Mercoledì 24 novembre 2010 (ore 15.00 - 17,30)

 si svolgeranno le riunioni per materia per discutere i punti di seguito sintetizzati.

Le riunioni verranno  condotte dal coordinatore già individuato all'interno di ogni gruppo disciplinare e verrà redatto un sintetico verbale da riconsegnare tempestivamente in segreteria. 
  1. Verifica della programmazione disciplinare.
    I docenti, sulla base dello scambio in merito all'andamento delle attività didattiche programmate, potranno valutare eventuali significativi scostamenti rispetto alla programmazione iniziale e concordare e formalizzare i necessari adattamenti.
  2. Definizione e confronto obiettivi 1° quadrimestre.
    Nell'ambito degli obiettivi già indicati nella programmazione di inizio anno si dovranno individuare quelli  attesi per il 1° quadrimestre insieme agli strumenti per la loro verifica. E' quindi necessario, in questa fase, tenere conto che il 1° quadrimestre viene, a concludersi con l'inizio delle festività natalizie.
    Per ogni materia e per ogni anno di corso vanno individuati gli obiettivi minimi relativi al 1° quadrimestre, intesi come requisiti essenziali ed indispensabili per sviluppare i contenuti del 2° quadrimestre.
    Sulla base dei requisiti minimi disciplinari così individuati i docenti organizzeranno autonomamente, a conclusione del primo quadrimestre le attività di sostegno e di recupero degli alunni non sufficienti (che non hanno ancora raggiunto gli obiettivi minimi) in orario curricolare, utilizzando ogni strumento a disposizione (didattica tra pari e tutoraggio; assegnazione di percorsi individualizzati per fasce di profitto; pausa didattica; ecc.).
  3. Confronto e scambio prove di verifica.
    Per poter arrivare al termine dell'anno scolastico con una forte condivisione di obiettivi didattici e una maggiore uniformità tra i corsi è indispensabile proseguire un costruttivo confronto anche sulle prove di verifica da somministrare agli alunni e sulla loro valutazione.
    Oltre ad essere occasione di arricchimento professionale il confronto consente di giungere, al termine del corrente anno scolastico, ad una coerenza di indicazioni per il recupero dei debiti assegnati agli alunni e di istituire, dove pertinente, corsi di recupero con alunni di classi diverse.
    Ogni ambito disciplinare troverà le modalità più appropriate di confronto per giungere alla definizione di una o più prove comuni, con relative griglie di correzione e valutazione, da utilizzare in tutte le classi nel secondo quadrimestre, insieme alle "tradizionali" prove già programmate, anche al fine di proseguire la riflessione sulla “certificazione delle competenze” prevista dall’obbligo di istruzione e dal progetto di riordino degli istituti tecnici, per la definizione dei risultati di apprendimento.
  4. Libri di testo.
    In previsioni delle decisioni relative all'adozione dei libri di testo per il prossimo anno scolastico (decisioni previste per il prossimo mese di maggio 2011) è opportuno, fin da ora, il confronto sui libri di testo in adozione, soprattutto ove non vi sia uniformità tra corsi paralleli: obiettivo di uniformità ormai irrinunciabile, tenuto conto della sempre più frequente impossibilità di garantire la continuità dei docenti nelle classi e nei corsi.

Anno scolastico: 2010/2011
Responsabile e titolare del procedimento: Dirigente Scolastico
Incaricato/a del procedimento: Dirigente Scolastico

 Visualizzazioni: 507Stampa la circolare 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 731
N. visitatori: 2555868