Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Via Savio, 2400 - 47522 - Cesena (FC) - Tel. 0547 330603 - Fax 0547 330740
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
Istituto Tecnico Garibaldi/Da Vinci di Cesena (FC)
ISTITUTO TECNICO
"GARIBALDI/DA VINCI"
Visualizza circolare
ISTITUTO TECNICO "Garibaldi/Da Vinci" - CESENA
e-mail certificata: fota03000r@pec.istruzione.it
e-mail: info@garibaldidavinci.gov.it

agrariocesena.it

Agraria, Agroalimentare e Agroindustria
ex Istituto tecnico agrario statale

G.Garibaldi
(Amministrazione e presidenza)
Via Savio, 2400
47522 CESENA
tel. 0547/330603 - fax 0547/330740
c.f. 90071650403
 
geometricesena.it

Costruzioni, Ambiente e Territorio
ex Istituto tecnico per geometri

L. Da Vinci
(Sezione associata)
Via Alcide de Gasperi, 136
47521 CESENA
tel. 0547/25307 - fax 0547/24140


Oggetto: Riunione per materia. Risultati di apprendimento
Protocollo/Numero: 148
Pubblicata il: 20/04/2011
Destinatari: Docenti, ATA, Genitori, Studenti
Plessi: Istituto Tecnico Agrario Statale, Istituto Tecnico Statale per Geometri

Riunioni per materia

Ricordo che il giorno martedì 10 maggio 2011 (ore 15.00 - 18.00) si svolgeranno le riunioni per materia per discutere i punti di seguito sintetizzati. Le riunioni, momento di sintesi dei confronti già avviati tra i docenti della stessa materia,  verranno  condotte da un coordinatore individuato all'interno di ogni gruppo disciplinare. Il sintetico verbale della riunione dovrà essere  tempestivamente consegnato in segreteria.

1.       Verifica della programmazione disciplinare.
in tale occasione i docenti, sulla base dello scambio in merito all'andamento delle attività didattiche programmate, potranno valutare eventuali significativi scostamenti rispetto alla programmazione iniziale e alle indicazioni ministeriali: i casi più rilevanti dovranno essere illustrati e motivati al Collegio dei docenti per la formale approvazione; la formalizzazione è particolarmente opportuna per le modifiche che riguardano le materie del quinto anno, in previsione dell’esame di stato. Dovranno poi essere anche indicate nel documento del consiglio di classe per la commissione d’esame.
2.       Confronto sulla scelta dei libri di testo per il prossimo anno scolastico.
I docenti, nel pieno rispetto della propria autonomia professionale, dovranno ormai giungere ad avere, i medesimi testi di riferimento, tenendo anche presente la necessità di contenere la spesa per le famiglie. Resteranno eventualmente diversi, fino ad esaurimento, i testi già in possesso degli alunni, adottati gli scorsi anni ed utilizzati per più anni di corso
Entro i giorni immediatamente successivi, visti i tempi stretti, le schede dei libri di testo consegnate ad ogni docente dovranno essere restituite in segreteria per i controlli di merito e per predisporre le delibere formali di adozione per il prossimo collegio dei docenti.
3.       Proposte di acquisto di attrezzature e sussidi per il prossimo anno scolastico.
(sintesi delle esigenze di rinnovo e adeguamento).
4.       Confronto sul recupero dei debiti formativi.
Tra i docenti proseguirà il confronto sugli obiettivi minimi disciplinari per ogni materia, per ogni anno di corso, con preciso riferimento alle prove che verranno somministrate agli alunni con giudizio sospeso nei primi giorni di settembre per la verifica dei debiti. E' sempre più necessario giungere a concordare in dettaglio gli obiettivi minimi disciplinari e condividere esempi concreti di prove per la loro verifica.
In particolare ricordo quanto di seguito indicato:
 
a.       Il debito (sospensione del giudizio) viene assegnato solo quando non siano raggiunti gli obiettivi minimi disciplinari, superando la semplice media numerica delle valutazioni.
b.       Per la misurazione degli obiettivi minimi sono da preferire prove fortemente strutturate e/o saggio breve: tutte in forma scritta e da poter svolgere in tempi ragionevolmente ridotti.
c.       Agli alunni con giudizio sospeso è necessario fornire precise indicazioni che consentano di guidare il percorso di recupero anche autonomamente. Possono poi essere assegnate agli alunni consegne per la realizzazione, nel periodo estivo, di elaborati, progetti, tavole, mappe concettuali, brevi saggi, esercizi, ecc. per il recupero dei debiti. 
Il corretto svolgimento delle consegne assegnate costituisce uno degli elementi di valutazione per decidere il superamento del debito prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.
d.       Verifiche di settembre: sono relative al raggiungimento degli obiettivi minimi e non hanno nulla a che vedere con i vecchi esami di riparazione.
e.       Scrutini di giugno: è necessario giungere allo scrutinio con situazioni già definite nelle singole discipline e chiarezza in merito agli obiettivi minimi raggiunti da ogni alunno (votazioni dal 6 al 10) o non raggiunti (voti inferiori al 6); in particolare le valutazioni insufficienti dovranno essere motivate in modo circostanziato con riferimento agli obiettivi non raggiunti (e non alla media delle valutazioni conseguite).
f.         Scrutini di giugno: è necessario impiegare anche gli ultimi giorni di scuola per offrire agli alunni l’opportunità di raggiungere gli obiettivi minimi disciplinari e poter sostenere le relative prove.
g.      Scrutini di giugno: è auspicabile una forte riduzione del numero dei debiti e, quindi, del numero di casi sospesi. 
5.       Solo classi prime; italiano, matematica, inglese: indicazioni per gli alunni delle prime del prossimo anno.
Con riferimento a quanto già avviato lo scorso anno, i docenti di lettere, matematica e inglese del biennio valuteranno l'opportunità di consegnare alle famiglie degli alunni delle future classi prime, convocati per un incontro con il dirigente scolastico e i docenti referenti del biennio per il 21 e per il 28 maggio prossimi (rispettivamente per l'Ita e per l'Itg), una sintesi dei prerequisiti di base ritenuti indispensabili per avviare nel migliore dei modi il nuovo anno scolastico sotto forma di semplici questionari o esemplificazione di semplici esercizi, per consentire un primo approccio con la scuola superiore anche durante il periodo estivo, prima dell'inizio della frequenza scolastica. I docenti delle materie di base sono invitati, anche prima delle riunioni per materia, a confrontarsi su tali argomenti e predisporre, per tempo prima degli incontri con le famiglie, il semplice e sintetico materiale da consegnare. I docenti referenti del biennio coordineranno le proposte formulate nelle riunioni per materia e cureranno la predisposizione dei materiali da consegnare alle famiglie.
  1. Scienze e tecnologie applicate classi seconde.

    I docenti delle classi di concorso interessate all'insegnamento di Scienze e tecnologie applicate nelle classi seconde del prossimo anno (58A in compresenza con gli ITP + 60A per l'Istituto agrario; 16A per il CAD + 72A per l'Istituto geometri) dovranno confrontarsi, anche prima degli incontri per materia, per individuare specifiche unità di apprendimento da sviluppare nel corso del prossimo anno con modalità essenzialmente laboratoriale e finalità orientative e propedeutiche alle discipline del triennio.
    In tale occasione è anche opportuno che i docenti delle classi di concorso interessate esprimano la preferenza di insegnare anche nelle classi seconde o, preferibilmente, solo nel triennio: sulla base anche di tali indicazioni il D.S. formulerà le specifiche proposte di assegnazione alle classi.

 


Anno scolastico: 2010/2011
Responsabile e titolare del procedimento: Dirigente Scolastico
Incaricato/a del procedimento: Dirigente Scolastico

 Visualizzazioni: 434Stampa la circolare 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 936
N. visitatori: 2692440